Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Mettiamo radici per il futuro

Distribuzione piantine forestali per i cittadini

Nell'ambito del progetto della Regione Mettiamo radici per il futuro, che prevede la piantumazione di quattro milioni e mezzo di alberi, uno per ogni cittadino dell'Emilia-Romagna, ogni cittadino può ritirare gratuitamente le piantine forestali presso una delle aziende vivaistiche dell'Emilia-Romagna accreditate (elenco nel sito e a fianco), previa compilazione di una ricevuta di avvenuta consegna, di cui rilasceranno in copia anche al beneficiario. 

Al momento del ritiro deve essere presentata una dichiarazione d’impegno da parte di chi richiede le piante, che permetterà al vivaista di registrare i dati del beneficiario e  il luogo dove verranno messe a dimora. Questa dichiarazione confermerà che il beneficiario è consapevole che l’iniziativa è finalizzata ad aumentare il patrimonio verde e forestale in regione. 

Nel sito della regione sono disponibili anche disponibili l’elenco delle specie, suddivise tra alberi e arbusti e per area geografica in cui possono essere messe a dimora e le schede specifiche di ciascuna tipologia di albero con le principali caratteristiche ed esigenze ambientali e linee guida per la corretta gestione.

Si ricorda che le piantine devono essere messe a dimora all’interno del territorio della regione Emilia-Romagna, in aree di proprietà, di cui si ha possesso o disponibilità. Devono inoltre essere rispettate le distanze da confini e infrastrutture previste dal Codice civile (almeno 3 m dal confine), dal codice della strada (la distanza dal confine stradale, fuori dai centri abitati, da rispettare per impiantare alberi lateralmente alla strada, non può essere inferiore alla massima altezza raggiungibile per ciascun tipo di essenza a completamento del ciclo vegetativo e comunque non inferiore a 6 m), dai regolamenti comunali e dalla rimanente normativa vigente.

Le piante saranno disponibili fino a esaurimento da parte dei singoli vivai. Per contenere le emissioni di CO2 si consiglia di effettuare il ritiro presso il vivaio più vicino all’area di destinazione.

I primi 500 mila alberi saranno piantati già quest’anno e cresceranno nei giardini privati e delle scuole, in aree pubbliche e private

Tutte le info disponibili sulla pagina del pogetto https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/radiciperilfuturoer/come-funziona/cittadini-associazioni-enti

 

 

Ultima modifica dei contenuti: 28/11/2020