Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Ambiente, bene comune

n.1: verde pubblico

2018-2019: Cosa ha fatto e cosa farà l'Amministrazione Comunale su ambiente e gestione il verde pubblico

 festa degli alberi 2018

NUOVI ALBERI PER NUOVI SPAZI VERDI

Il 14 marzo 2018, con la Festa degli Alberi, le scuole primarie di Copparo, Tamara e Saletta, con i volontari dell’Auser e la Giunta Comunale hanno messo a dimora un esemplare di Bagolaro al parco della Certosa dando il via a una serie di interventi di piantumazione. Sono stati piantati oltre 60 alberi autoctoni (Querce, Lecci, Frassini, Aceri, Tigli e Carpini) e numerosi cespugli presso una nuova area verde di fronte la Certosa e in via Primicello. Le essenze sono state donate dal Servizio Aree Protette Regione Emilia-Romagna, dal Comitato del Reno per le Olimpiadi dei Ragazzi, dal Lions Club Copparo, da Arci Tartufi Ferrara e da Patrimonio Copparo srl.

 

SENSIBILIZZAZIONE ALLE SCUOLE: “LA BIODIVERSITA’ IN CITTA”

Nel 2018 si sono organizzati dei Laboratori didattici gratuiti su Ambiente, Energia e Biodiversità a cui anno aderito 18 classi. Percorsi, coordinati da professionisti nell’educazione ambientale, che utilizzano metodi di apprendimento basati sul coinvolgimento attivo e l'esperienza diretta per trasformare l'apprendimento in qualcosa di gratificante, coinvolgente, piacevole ed efficace.

Uno di questi percorsi, “la Biodiversità in Città”, ha direttamente coinvolto i ragazzi in attività legate al verde. Al parco Curiel hanno sperimentato un protocollo di ricerca per il monitoraggio di fauna minore, piccoli molluschi, licheni e piante, allo scopo di rilevare lo stato di salute dell’ambiente.

 

NUOVI GIOCHI PER I PARCHI

Nel corso del 2018 si è intervenuto in modo completo sui parchi cittadini, mettendo mano ai giochi riservati ai più piccoli, restaurando il fortino di legno del Curiel e installando altalene, scivoli e giochi a molla anche nei parchi di via Goito (area La Tratta), Tamara, Saletta e Ambrogio.

 

“PULIAMO IL MONDO”  AL PARCO DELLA MARINA

Anche nel 2018 il Comune di Copparo ha aderito a “Puliamo il Mondo”, edizione italiana del Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.  Il 28 settembre le classi quinte di Copparo e Tamara hanno pulito il Parco della Marina. Un piccolo gesto di grande valore educativo che contribuisce a sviluppare il senso civico dei partecipanti. Il messaggio è diretto ai cittadini perché si impegnino a raccogliere i rifiuti a terra come senso di educazione civica e come gesto per l’ambiente!

 ambiente 2018 1

MAPPATURA DEI PARCHI, VALUTAZIONE DEL RISCHIO E MESSA IN SICUREZZA DELLE ALBERATURE

Nei mesi estivi il Comune ha incaricato agronomi esperti per la valutazione di stabilità degli alberi partendo dai parchi e asili pubblici, attraverso approfondite analisi visive e strumentali (penetrometrie, tomografie e indagine a trazione controllata). Le indagini, con un primo censimento arboreo del parco Curiel e del parco dell’Asilo Cadore sullo stato vegetativo di111 alberi, hanno evidenziato la necessità a fare interventi per la sicurezza statica con un 15% di abbattimenti e diversi interventi di consolidamento (potature). Gli interventi al Parco Curiel hanno portato all’abbattimento di alcune piante in cattive condizioni vegetative tra cui il grande Pioppo bianco che costeggiava l’uscita dell’autostazione. Come si vede dall’analisi statica del tronco in foto (analisi tomografica computerizzata) è presente una scarsissima quantità di legno compatto.

Ulteriori interventi di manutenzione e messa in sicurezza di alberi all’asilo Cadore, all’asilo Gramsci, all’asilo di Saletta e di piazza del Popolo, oltre all’abbattimento di alcuni Cedri nel giardino dell’asilo Cadore e un Pino al Curiel (vedi foto).

Nel corso dell’anno si è provveduto anche a effettuare interventi puntuali di messa in sicurezza di alberature pericolose su strade e aree verdi oltre a interventi di potatura, con il contributo di Auser Copparo. 

 ambiente 2018 2

OBIETTIVO: PROSEGUIRE NEL 2019

L’Amministrazione intende continuare sulla strada intrapresa nel 2018 estendendo la mappatura e l’analisi delle alberature a tutti i parchi e asili pubblici per poi passare alle vie alberate. L’obiettivo è quello di realizzare un Piano di gestione delle alberature che parta da un indagine conoscitiva del patrimonio arboreo pubblico individuando le are di maggior rischio (sia per permanenza di persone, sia per età delle alberature) pianificando gli interventi di controllo e di messa in sicurezza.

Nel periodo invernale verranno ultimati anche gli interventi di riforma e rimonde del secco al parco Curiel e al parco dell’asilo Cadore.

 

2019: NUOVI ALBERI

A primavera verranno piantati nuovi alberi autoctoni. Al parco Curiel e nelle aree verdi degli asili Cadore, Gramsi e Saletta 20 essenze arboree di medie dimensioni quali Fraxinus Angustifolia 'Raywood', Celtis australis (Bagolaro) e Quescus Ilex (Leccio) mentre sono stati prenotati al Servizio Aree Protette della Regione Emilia-Romagna altri 80 alberi di piccole dimensioni, tra i qu ali Aceri campestri, Bagolari, Lecci, Farnie, Frassini, che andranno messi a dimora in altre aree verdi comunali e messi a disposizione dei cittadini che ne faranno richiesta.

 

L’ALBERO COME BENE COMUNE

L’obiettivo del Comune di Copparo va oltre la sicurezza e il ripopolamento arboreo, per arrivare a investire su informazione e conoscenza.

Il Surriscaldamento Globale, emergenza ambientale più rilevante di tutti i tempi, impone a ognuno di fare la propria parte, non solo diminuendo le cause di produzione di gas serra (mitigazione ai cambiamenti climatici) ma anche preservando e aumentando le aree verdi e la diversità vegetale (adattamento ai cambiamenti climatici). Le aree verdi sono quindi da considerarsi componenti imprescindibili del territorio, capaci di influenzare lo “Stato di salute ambientale”.

Le piante nei centri urbani assolvono al fenomeno della mitigazione dell’Isola di calore estiva, con un abbassamento della temperatura e miglioramento del clima. Le piante preservano e aumentano la biodiversità, perché sono in grado di realizzare nicchie ecologiche e habitat per diverse comunità di insetti e uccelli. La densità fogliare degli alberi è in grado anche di mitigare il rumore. Le radici sono fondamentali per drenare l’acqua del terreno, aumentandone l’assorbimento. Ma l’aiuto più importante che le piante forniscono è la fotosintesi, cioè producono ossigeno e assorbono anidride carbonica e altri inquinanti. In assenza di fotosintesi sulla Terra non ci sarebbe vita per l’uomo.

 faggio - foto, daniele zappi

Vi aspettiamo a Marzo con il mese dell’ambiente!

 

Ultima modifica dei contenuti: 11/01/2019


Documentazione


Allegati