Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

AGEVOLAZIONI IMU PER IL SOSTEGNO DELL’ECONOMIA

È previsto un abbattimento del 25% a fronte del mantenimento della forza lavoro

Un nuovo importante segnale al mondo commerciale e produttivo arriva dalle prime indicazioni in tema di Imposta Municipale Unica.
La giunta comunale ha approvato, nel corso dell’ultima seduta, sia la riformulazione del Regolamento per l’applicazione dell’Imu, che viene adeguato alle modifiche introdotte dalla abrogazione della Tasi, sia le aliquote e le detrazioni Imu per l’anno 2020.
Se la percentuale d’imposta rimane invariata, per far fronte allo stato di sofferenza determinato dall’emergenza epidemiologica è stata introdotta una nuova agevolazione per le categorie catastali C01 e C02, ovvero attività commerciali, magazzini, laboratori, unità produttive e artigianali.
A condizione che i proprietari siano anche gestori delle attività e che, registrata una contrazione ricavi non inferiore al 20%, venga mantenuto il livello occupazionale esistente nel periodo pre-Covid per tutto il 2020, verrà applicata l’aliquota dello 0,76%, anziché dell’1,02%
Un abbattimento dunque del 25% a fronte del mantenimento della forza lavoro.
Sempre in tema di Imposta Municipale Unica è allo studio la possibilità di non applicare interessi passivi a chi non versi nei termini, quando il ritardo sia dovuto alle conseguenza del coronavirus.
Anche in questo caso si dovrà verificare la copertura finanziaria, dal momento che tali operazioni sui tributi comunali incidono direttamente sul bilancio determinando la riduzione delle entrate dell’Ente, che deve comunque garantire tutti i servizi.
 

Ultima modifica dei contenuti: 02/06/2020